Entella incompiuta lo Spezia la beffa nel finale 2 - 1

10 Settembre 2017
Entella incompiuta lo Spezia la beffa nel finale  2 - 1
Alzi la mano chi all’ 88° minuto di Spezia Entella era insoddisfatto della prestazione dei chiavaresi se non addirittura speranzoso di poter fare ancora il colpaccio in extremis, invece il calcio come spesso accade si basa sugli episodi e quello del 89° con protagonista Marilungo, ha risolto a favore degli aquilotti una partita che li aveva visti partire bene per poi spegnersi alla distanza. Sicuramente non si poteva essere soddisfatti del primo tempo messo in mostra da Troiano e compagni in un derby contratto dalla paura di perdere per entrambi. Il punto conquistato a Foggia aveva portato quanto meno un po di serenità ed entusiasmo nel gruppo di Castorina che in settimana aveva continuato a lavorare per migliorare la condizione generale e l’ amalgama dei suoi visti i numerosi arrivi nelle ultime settimane.

Il tecnico decideva di confermare dal primo minuto Eramo già esordiente a Foggia e fare esordire Crimi, che in Puglia aveva giocato un importante spezzone di partita, sacrificando Palermo. Confermato anche Nizzetto trequartista dietro alla coppia La Mantia Luppi.  Rimandato invece l’ inserimento di Brivio non ancora al meglio della condizione. L’ approccio alla partita non è stato dei migliori o comunque non è stato un approccio da derby, lo Spezia spinto dai 5000 del Picco, ha mostrato da subito più determinazione più “cazzimma” in ogni contrasto e qualche buona trama di gioco in particolare sugli esterni la dove l’ Entella di oggi fatica vistosamente.

Dopo l’ iniziale fase di studio il gol spezzino spaccava la partita obbligando l’ Entella ad una reazione che di fatto c’ è anche stata almeno in termini di iniziativa ma che è stata assolutamente sterile tanto da non riuscire nei primi 45 minuti nemmeno a sporcare i guanti del portiere Di Gennaro. Luppi, volenteroso ha giocato soltanto palloni di sponda sempre con le spalle alla porta spezzina mentre La Mantia stretto nella morsa di Terzi e Ceccaroni ha finito per perdere anche i duelli rusticani che pure si addicono alla stazza dell’ attaccante. Lo Spezia in vantaggio ha badato a stanare l’ Entella cercando di colpirla con le ripartenze di Lopez da una parte e Vignali dall’ altra i quali hanno messo al centro diversi palloni buoni che Okereke e Granoche non hanno saputo sfruttare.

Con questo canovaccio si arrivava alla fine del primo tempo con Castorina che già prima del duplice fischio aveva fatto smettere la tuta a De Luca. Al ritorno dagli spogliatoi oltre a De Luca entrato al posto di La Mantia, Castorina proponeva Di Paola per Troiano. Il primo affondo lo portava Luppi che costringeva Di Gennaro al suo primo vero intervento. Ancora troppo poco finche sempre Luppi rubava palla ad un Granoche distratto, metteva sulla destra per Nizzetto il quale pennellava un perfetto cross a centro area dove De Luca con grande senso della posizione girava a rete nell’ angolino distante dal portiere. Un gol importantissimo che sbloccava l’ Entella anche se subito Maggiore scaldava i guanti a Iacobucci attento nella respinta.

Il gol liberava i biancocelesti anche a livello mentale mettendo per contro in difficoltà lo Spezia che anche fisicamente iniziava a cedere. Gallo correva ai ripari dopo aver corso qualche rischio inserendo Forte per Okereke che pure non aveva demeritato, Marilungo per Maggiore e Giorgi per Vignali. Anche Castorina ricorreva alla tenacia di Palermo per uno stanco Crimi. Luppi e De Luca mettono a piu riprese in difficoltà una retroguardia spezzina sempre più i difficoltà. Il pubblico del Picco memore dello zero nei punti in classifica inizia in parte a rumoreggiare ma il cuore della tifoseria spezzina continuava nell’ incitamento finchè proprio sotto la Curva Ferrovia, Granoche svetta su Baraye porgendo a Marilungo un pallone invitante che il destro di controbalzo del neo entrato scaraventava in rete nonostante il disperato tentativo di Pellizzer sulla linea di porta.

Un boato scuoteva il Picco gettando nello sconforto l’ Entella che nel recupero con la forza della disperazione ci provava ancora terminando le sue speranze in una tempestiva uscita di Di Gennaro. Difficile in questi casi mantenere la lucidità per commentare una partita che fino a 120 secondi dalla fine poteva essere vista sotto un ottica completamente differente. Già perché il punto avrebbe significato una mezza vittoria per Castorina e le sue scelte che tuttavia non possono essere giudicate negativamente solo perché condannate da un episodio. In un momento nel quale anche la buona sorte non sembra particolarmente amica è più che mai necessario riuscire a salvare quanto di buono visto oggi e continuare a lavorare su quelli che sono in alcuni casi gli evidenti punti deboli di questa squadra.

In questo senso la partita di sabato prossimo contro la Ternana al Comunale diventa un po il possibile spartiacque tra la ripresa e il persistere di difficoltà peraltro facilmente preventivabili . Una partita nella quale servirà l’ Entella del secondo tempo di oggi, determinata su ogni pallone come se fosse l ultimo , attenta in difesa e concreta in avanti, una squadra anche cinica che sappia trasformare al meglio ogni singola occasione e tutto questo a prescindere dagli intrepreti perché come detto non basta  avere buoni giocatori ma serve averli nelle migliori condizioni per mettersi al servizio del tecnico e delle sue idee. Ovviamente particolare non trascurabile ancora meglio se alle spalle, come accaduto oggi al Picco per lo Spezia, ci sarà il determinante sostegno del pubblico chiavarese.
 

                                                                                       marcobianchi


entellafooter

b solidaleserie bb italia

Virtus Entella Srl
Via Aldo Gastaldi 22
16043 Chiavari (GE)
Tel: +39 0185599247
Fax: +39 0185214093
Anno di fondazione 1914
Matricola 932276
C.F. 03219400102
P.IVA 00209010990
Capitale Sociale: 222.000,00 euro i.v.
Registro Imprese di Ge: 03219400102
Numero REA GE - 450099

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree