Derby allo Spezia: decisivo un gol di Maggiore

05 Febbraio 2018
Derby allo Spezia: decisivo un gol di Maggiore
Finisce con un'altra sconfitta anche se parecchio diversa dalla ultime due rimediate contro Perugia e Foggia, l’ Entella questa sera ha fatto vedere qualcosa in più pur con tutti i limiti psicologici e fisici del momento che non puo presentare una squadra spavalda capace di imporre gioco e creare occasioni da rete. Sicuramente si è vista una squadra più ordinata con meno sbavature anche se in questa parte della stagione ne puo bastare una sola per compromettere in modo definitivo una partita e, anche questa sera, è andata esattamente cosi.

Non è impresa da poco mantenere l’ equilibrio giusto per giudicare un derby come quello di questa sera segnato da subito dalla paura di perdere presente in entrambe le formazioni con l’ aggravante per l’ Entella di una classifica che inizia a farsi pericolosa anche in virtu della concomitanza degli ultimi risultati. Si fa presto a passare da un bicchiere che se non è mezzo pieno almeno un quarto lo segna ad un bicchiere completamente asciutto come si potrebbe pensare guardando soltanto ai risultati e venendo inghiottiti dall’ autolesionismo imperante e dallo sconforto classico da piccola piazza ecc ecc.

Per fortuna Mister Aglietti che di stagioni calcistiche ne ha vissute parecchie ha indicato subito a fine partita qual è l unica medicina che puo’ guarire questa squadra. Innanzitutto scrollarsi di dosso le negatività che non aiutano certo in questi casi e ripartire dagli errori pochi o tanti piccoli o grandi che anche oggi si sono commessi. E’ innegabile per esempio che il gol dello Spezia è nato da un appoggio sbagliato a centrocampo e dalla conseguente  ripartenza subita, cosi come  sottolineato dallo stesso tecnico, è altrettanto evidente la sterilità offensiva di questa squadra che non può essere giustificata unicamente dal braccino con il quale si è affrontata la partita.

Sul piatto della bilancia vanno messe anche la traversa clamorosa colpita da Nizzetto, a conferma del momento diciamo poco fortunato e soprattutto il Sig. Marinelli deve spiegare come ha fatto ad ammonire La Mantia vistosamente trattenuto da Masi anziche fischiare il giusto rigore. Tutto questo per dire che la quantità d’ acqua nel bicchiere varia anche in base all’ andamento degli episodi, un pareggio meritato avrebbe dato tutt’ altro spessore alla prestazione dei biancocelesti. Ciò che importa tuttavia è uscire al più presto da questa situazione ambientale e di classifica. Per l’ ambiente i giocatori sono consapevoli  dell’ impegno che profondono in ogni allenamento riconosciuto da mister e staff e da tutti quelli che vogliono e possono seguire le sedute al Comunale.

Alcuni giocatori hanno evidenti carenze fisiche per i più disparati motivi chi rientra da un infortunio, chi da un influenza, chi è appena arrivato e deve necessariamente assimilare almeno l’ intesa, insomma basta il lavoro e continuare con la mente sgombra da pessimismi e altri elementi negativi con la forte consapevolezza e altrettanta volontà di poter uscire da questa situazione al più presto. Tutto il resto tutte le altre chiacchiere stanno a zero, a poco serve recriminare su cio che poteva essere e non  è stato a poco serve diffondere ricette curative soprattutto da chi magari non conosce nemmeno la causa da curare. Serve solo equilibrio non ci stancheremo mai di ripeterlo, è successo altre volte in questi anni di serie B basta ricordare la partenza del primo anno di Aglietti quando sembrava tutto da rifare ed abbiamo assistito poi al punto più alto della storia calcistica dell’ Entella con gli stessi uomini.


Nel calcio non si inventa nulla anzi si deve sottostare alle regole di un mercato che puo cambiare i valori nel giro di pochi giorni e ribaltare campionati e sentenze. L’ Entella è una delle squadre più giovani nel panorama nazionale gli errori li commettono anche le grandi potenze del calcio quindi sono concessi anche a Chiavari, ma noi in più abbiamo la passione che accompagna ogni giorno vissuto in questo sogno chiamato serie B, una passione che abbinata alla competenza e alla professionalità di tutti i componenti dalla società alla squadra puo’ tirarci fuori da questo momento delicato. Certo la partita di Terni assume i contorni di un vero e proprio spareggio anche se siamo a 16 partite dalla fine ne è consapevole tutto il gruppo che da domani tornera' in campo per prepararla al meglio.  

                                                                                       marcobianchi


entellafooter
Virtus Entella Srl
Via Aldo Gastaldi 22
16043 Chiavari (GE)
Tel: +39 0185599247
Fax: +39 0185214093
Anno di fondazione 1914
Matricola 932276
C.F. 03219400102
P.IVA 00209010990
Capitale Sociale: 222.000,00 euro i.v.
Registro Imprese di Ge: 03219400102
Numero REA GE - 450099

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree